Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


Il Nord della Cina è al freddo

Tencent vale più di Facebook

Terremoto nel capitalismo cinese

La Cina censura Peppa Pig

Bruxelles pronta a difendere l'acciaio europeo

TIBET, LA SPAGNA VUOLE ARRESTARE JIANG ZEMIN 11/2/14

CINA, LE SCUSE DELLA GUARDIA ROSSA 17/1/14

SHANGHAI AVVOLTA DALLO SMOG 6/12/13

CINA, ABOLITI I CAMPI DI RIEDUCAZIONE E PIÙ FLESSIBILITÀ SUL FIGLIO UNICO 16/11/13

CINA, AL VIA IL TERZO PLENUM DELL'ERA XI 9/11/13

CINA, QUANTO COSTA IL 120 ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DI MAO 25/10/13

CINA, VERSO UNA CRESCITA DI QUALITÀ 11/10/13

SHANGHAI MINACCIA IL RUOLO ECONOMICO DI HONG KONG 20/9/13

CINA, LA FAZIONE DEI PETROLIERI ALLE STRETTE 2/9/13

CINA, DOPO BO È IL TURNO DI ZHOU YONGKANG? 30/8/13

SISMA COLPISCE SICHUAN ORIENTALE 12/5/08

Le vittime potrebbero essere migliaia

Lunedi' 12 Maggio 2008

Con una scossa del 7,8 sulla scala Richter nell'area orientale del Sichuan (alle 14.28 ora locale, alle 6.28 GMT) un potente sisma ha colpito la Cina. L'epicentro è situato a una novantina di chilomteri da Chengdu la capitale della provincia. I morti potrebbero essere diverse migliaia anche se inizialmente la cifra ufficiale è stata di 107. Secondo fonti di agenzia le autorità di Pechino valutano al possibilità che le vittime possano essere tra tremila e le cinquemila, mentre i feriti sarebbero non meno di diecimila. In serata le autorità locali hanno parlato di oltre ottomila vittime.
Sono seguite altre scosse di minor intensità. Subito avviati i soccorsi. Anche il premier Wen Jiabao è subito partito per Chengdu.
Nella città di Dujiangyan City, a 100 chilometri dall'epicentro del sisma, 900 studenti sono rimasti sepolti nel crollo della scuola superiore Juyuan.




Vai alla mappa del sistema internazionale di allerta



Powered by Amisnet.org