Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


NOI STIAMO CON GLI AFRICANI

SCONFINAMENTI A CERTALDO IL 30 OTTOBRE

I 25 ANNI DI LETTERA22 AL SALONE DELL'EDITORIA SOCIALE 2-3 NOVEMBRE

RICORDO DI DONDERO, A BERGAMO 11 MARZO

Guerra e bambini: un'iniziativa a Milano l'8 giugno

CONOSCERE LA GUERRA. A UDINE IL 20 FEBBRAIO

CONVEGNO DI STUDI SULL’AZERBAIGIAN E LA REGIONE DEL CASPIO

ATLANTE DELLE GUERRE, LA SESTA EDIZIONE

TRENTO: CONVEGNO DI STUDI SULL’AZERBAIGIAN

IL MONDO SCONVOLTO DALL'IS ALL'UCRAINA

DUE GIORNI DI DIALOGO AD ASSISI IL 14 E 15 APRILE

GLI STRANI FIORI DEL PAKISTAN, A ROMA 8 /2/14

COSA NE PENSANO GLI AFGANI, RICERCA DI "AFGANA" A ROMA IL 16/12/13

AFRICA E SOLIDARIETA', A GENOVA 14-16/11/13

A CHE SERVE L'UMANITARIO? UN CONVEGNO A ROMA il 21/11/13

GLI APPUNTAMENTI ASIATICI DI MARZO 3/3/08

segnalati dal

Centro di cultura Italia-Asia


G. Scalise

di Milano

Inserito il

Lunedi' 3 Marzo 2008


CONFERENZE E SEMINARI

Pillole di Giappone a Leno (Brescia)
Lunedì 3 marzo 2008 20.30 : TAIKO NO KOE Lezione-spettacolo di percussioni giapponesi
A cura di Rita Superbi e Catia Castagna
Mercoledì 5 marzo 2008 ore 20.30 : Dott. Tamio Yagisawa, naturopata
Venerdì 7 marzo 2008 20.30 : Tradizionale cerimonia giapponese del Tè
Per informazioni: Biblioteca Civica di Leno - via M. L. King, 13 - Leno (Bs) - Tel. 030 9067509
biblioteca@comune.leno.bs.it - www.comune.leno.bs.it

Calendidonna 08 – Geisha, no Geisha del XXI secolo
Dal 4 all’8 marzo 2008 a Udine. Porta a Oriente, il palinsesto culturale promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Udine che si compone di più momenti di attenzione alle arti e alla cultura del vicino e lontano Oriente, si apre sugli universi femminili con CALENDIDONNA 2008. La manifestazione culturale giunta alla sua V edizione, si immerge quest’anno nelle molteplici declinazioni dell’identità culturale e sociale delle donne nel Giappone del XXI secolo.
Ospiti del Festival saranno le scrittrici Randy Taguchi, pioniera del web, best seller da un milione di copie vendute con il romanzo d’esordio, Presa Elettrica e oggi autrice acclamata del genere “occulto/sciamanico” e Junko Hasegawa, una delle autrici di No Geisha – otto modi di essere donna nel Giappone di oggi, l’antologia che verrà presentata in prima nazionale nelle giornate della manifestazione.
A Udine anche: la scrittrice simbolo della cultura pop giapponese di nuova generazione Hitomi Kanehara, che con il suo primo romanzo Serpenti e piercing, scritto a soli 22 anni, ha creato un terremoto nel panorama letterario per il suo erotismo crudele e tragico e la giovane Ami Sakurai autrice dello sconcertante Un mondo innocente, storia del rapporto incestuoso fra due fratelli.
Accanto a loro la regista Miyuki Sohara e le geishe del terzo millennio ritratte nel suo video-documentario Hannari: Geisha Modern, la coreografa e danzatrice Ikuyo Kuroda con la sua compagnia Batik, una formazione tutta al femminile dalla sensualità provocatoria e irriverente e un’icona della tradizione come Yoshie Sakai, straordinaria suonatrice di koto, l’arpa giapponese.
A dialogare con queste protagoniste ci sarà una delle massime esperte italiane della cultura del Sol Levante, la giornalista Renata Pisu, insieme a Toni Maraini, Antonietta Pastore, Gianluca Coci, Paola Scrolavezza.

Presso White Star Adventure, Piazza Meda angolo Piazza Belgioioso, Milano. Tel. 02 890.51.500   www.wsadventure.it presso Libreria White Star
Martedì 4 marzo 2008 ore 18.30 : Uzbekistan attraverso la Via della Seta. Relatori Guido Barosio e Walter Carasso
Per rivivere un viaggio lungo la rotta delle carovaniere, attraverso le tracce della storia per raggiungere le antiche città stato di Samarcanda, Khiva e Bukhara; nel cuore dell’Asia Centrale, dove le civiltà e le religioni di due continenti si sono confrontate, combattute ma anche reciprocamente influenzate. I fasti dell’impero di Tamerlano, le meraviglie di un’ arte senza tempo sospesa tra leggende e tradizioni, il toccante culto per l’ospitalità del popolo uzbeko, il passato affascinante ed il futuro incerto di una grande nazione. Durante la serata, organizzata in collaborazione col GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica), verrà proposto un filmato realizzato durante il reportage

Sabato 8 marzo 2008 ore 17.30 – relatore il Prof.Renato Massa, Dipartimento di Scienze dell’Ambiente e del Territorio dell’università di Milano Bicocca
Il sabato del Viaggiatore, Nel cuore dell’Africa : Gabon, l’ultimo abisso verde e Uganda, la Perla dell’Africa
Il Gabon è l’ultimo angolo di natura incontaminata dell’intero pianeta. Alcune zone sono state raggiunte soltanto recentemente da una spedizione effettuata da Mike Fay, naturalista della Wildlife Conservation Society, che, grazie al Presidente della Repubblica del Gabon ha creato tredici nuovi parchi nazionali, 26 mila kmq. di territorio severamente protetto, per conservare quest’ ultimo “abisso verde”.
L’Uganda è un paese magico e selvaggio, regno degli ultimi gorilla di montagna, un vero gioiello incastonato nel cuore dell’Africa. Il sistema dei 10 parchi nazionali e delle altre aree protetteè un’opportunità elettrizzante per sperimentare la bio-diversità dell’Uganda con le stupefacenti savane coperte da cespugli spinosi e popolate da antilopi, bufali ed elefanti, con le distese lussureggianti di foresta tropicale, i laghi, i fiumi, le cime glaciali del Ruwenzori, la catena montuosa più alta dell’Africa

Martedì 11 marzo 2008 ore 18.30 – Relatori Paolo Belloni, Myra Bentivegna, Paolo Bondielli, Andrea Vitussie e Giorgio Ferrero
Tutankhamon, Immagini e testi dell’Ultima Dimora (ed.Ananke)
Milioni di persone hanno ammirato l’oro di Tutankhamon conservato al Museo del Cairo ed hanno visitato la tomba nella Valle dei Re, un interesse che ha sollecitato la pubblicazione di numerosi libri sulla vita e la morte di questo giovane sovrano, talvolta incentrati su misteri che sempre trovano la loro genesi negli spazi vuoti e che l’archeologia non riesce a colmare. Ma poche persone si sono interrogate sul reale significato delle iscrizioni e delle pitture realizzate nella sua tomba.Sono solo testi e rappresentazioni di carattere mistico o possono essere interpretati con precisione? Durante l'incontro tenteremo di rispondere a questa domanda, cercando di offrire un punto di vista nuovo a tutti coloro che sono attratti dalla figura di Tutankhamon e dall’Antico Egitto

Giovedì 13 marzo 2008 ore 18.30 – Relatore Federica Romagnoli
CINA Storia e tesori di un'antica civiltà (Ed. White Star)
Lo sviluppo storico e artistico dell’antica Cina dalle origini al XIII secolo, la trasformazione della società e dei costumi, le concezioni generali intorno all’uomo e alla vita, l’organizzazione dello Stato e della produzione materiale. Dai misteri della Cina arcaica all’immenso impero del Gran Khan, la plurimillenaria civiltà del “Paese di Mezzo”, con la sua complessità e varietà, frutto di un costante processo di scambio tra culture centrali e periferiche. Immagini di questa civiltà, con i suoi vasti complessi tombali dai sontuosi corredi funerari, la ricchissima tradizione pittorica, la straordinaria maestria nella lavorazione dei metalli e nella produzione di ceramica.


Dal 13 marzo al 22 maggio 2008 ore 17.30-19.30 : I GIOVEDI’ DEL CRES – MANI TESE presso Mani Tese - piazzale Gambara 7/9 (MM1 Gambara)
 A SUD DEL SAHARA
13 marzo 2008 Ognuno a casa sua? L’impatto del turismo in Africa – Relatore Fabrizio Eva
17 aprile 2008 Cosa ci siamo andati a fare? Sguardi sul colonialismo italiano in Africa
22 maggio 2008 Ma chi ci ha invitati? Il neocolonialismo degli aiuti in Africa

Giovedì 13 marzo 2008, ore 16, presso l’Auditorium S. Margherita, la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università Ca’ Foscari di Venezia (Dipartimento di Italianistica e Filologia romanza) - Relatore Prof. Alvaro Barbieri
Seminario su Marco Polo dal titolo “L’”Altrove” asiatico de “Il Milione”: schede di etnografia marcopoliana.

MOSTRE
Dal 7 marzo al 8 giugno 2008 Palazzo Strozzi – P.za Strozzi – Firenze – tel. 055 264155/2776461, info@fondazionepalazzostrozzi.it, www.plazzostrozzi.org
Cina alla corte degli Imperatori Capolavori mai visti, dalla tradizione Han all’eleganza Tang (25-907)
Orario : tutti i giorni dalle 9,00 alle 20,00, giovedì dalle 9,00 alle 23,00, accesso alla mostra consentito fino ad un’ora prima della chiusura.
La mostra è una spettacolare celebrazione dell’Età d’Oro della Cina, che porterà in Europa oltre cento capolavori risalenti alla dinastia Tang.
Saranno esposti splendidi affreschi, spettacolari sculture di pietra, oggetti d’oro e d’argento, preziose ceramiche, vivaci statue di terracotta, vetri esotici, gioielli raffinati, lacche preziose, molti dei quali mai visti finora in Occidente.
L’epoca Tang fu un periodo di rinascimento delle arti, delle arti applicate e della letteratura, un tempo di grande sviluppo sociale, economico e culturale per la Cina.
La Via della Seta, che collegava l’Estremo Oriente all’Asia e al Mediterraneo, aprì la Cina a influenze straniere che produssero un marcato cosmopolitismo, riflesso nell’arte del tempo.
Uno dei vertici della mostra sarà rappresentato dai meravigliosi affreschi che rivelano differenti aspetti della società cinese di quel periodo: l’importanza degli stranieri nella politica, vari aspetti del costume, della moda femminile, le pettinature estremamente complesse ecc. Questi esempi, raffrontati con un affresco rarissimo (ne sono stati scoperti solo tre) eseguito durante la precedente dinastia Han, non solo illustrano il linguaggio delicato e sentimentale della ritrattistica Tang, ma sottolineano anche l’importanza della tolleranza in una società cosmopolita.
L’allestimento della mostra è firmato Romeo Gigli



Powered by Amisnet.org