Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


I miissili di Kim mettono sotto pressione la difesa giapponese

I miissili di Kim mettono sotto pressione la difesa giapponese

I miissili di Kim mettono sotto pressione la difesa giapponese

LA BASE USA RESTA A OKINAWA 28/12/13

FUKUSHIMA, SITUAZIONE SI AGGRAVA 29/8/13

"IO E LA YAKUZA", INCONTRO CON JAKE ADELSTEIN 18/9/11

GIAPPONE, IL NUOVO PREMIER E' NODA 30/8/11

MAEHARA PRONTO PER IL DOPO-KAN 25/8/11

DA HIROSHIMA A FUKUSHIMA 10/6/11

DOPO FUKUSHIMA IL GIAPPONE ENTRA IN RECESSIONE 19 MAGGIO 2011

"L'ARROGANZA DEL GIAPPONE NUCLEARE". INTERVISTA ALL'ATTIVISTA TANAKA TERUMI 18/3/11

MOBY DICK E' SALVA (PER ORA) 17/3/11

KYABAJO, L'ARTE DELLA ESCORT 22/5/10

LA CRISI DEL TONNO (E DEL SUSHI) 25/2/10

IL DOPPIO APPUNTAMENTO CON L'ATOMICA DI TSUTOMU YAMAGUCHI 7/1/10

VITTIME DI SERIE B 5/8/2007

In gran parte coreani e cinesi, ma anche europei e i cosidetti "americani dimenticati": a Hiroshima e Nagasaki quell'agosto erano in tanti

J.T.

Domenica 5 Agosto 2007

Quel 6 agosto a Hiroshima c’erano molti stranieri, in gran parte coreani ma anche cinesi, europei e i cosidetti “americani dimenticati”. Arrivati a Hiroshima dalla colonia d’oltremare in cerca di un lavoro o costretti ai lavori forzati, 30mila coreani persero la vita durante il bombardamento. Stesso destino per altre decine di migliaia che si trovavano a Nagasaki il 9 agosto. Per decenni non riconosciuti dal governo giapponese, solo dal ’90 i sopravvissuti, rientrati in patria a guerra finita, hanno potuto richiedere lo status di hibakusha. La legge per l’assistenza sanitaria fino al 2002 implicava però la residenza in Giappone per poter godere dei sussidi: il risultato è che molti di loro non vi hanno mai avuto accesso. Tra le vittime di Hiroshima c’erano anche 5mila cittadini americani, figli di giapponesi emigrati negli Usa a fine ‘800, e mandati a studiare nella madrepatria. Solo alcuni sono sopravvissuti. Anche per loro l’assistenza medica, stavolta statunitense, è arrivata con estremo ritardo.



Powered by Amisnet.org