Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


I miissili di Kim mettono sotto pressione la difesa giapponese

I miissili di Kim mettono sotto pressione la difesa giapponese

I miissili di Kim mettono sotto pressione la difesa giapponese

LA BASE USA RESTA A OKINAWA 28/12/13

FUKUSHIMA, SITUAZIONE SI AGGRAVA 29/8/13

"IO E LA YAKUZA", INCONTRO CON JAKE ADELSTEIN 18/9/11

GIAPPONE, IL NUOVO PREMIER E' NODA 30/8/11

MAEHARA PRONTO PER IL DOPO-KAN 25/8/11

DA HIROSHIMA A FUKUSHIMA 10/6/11

DOPO FUKUSHIMA IL GIAPPONE ENTRA IN RECESSIONE 19 MAGGIO 2011

"L'ARROGANZA DEL GIAPPONE NUCLEARE". INTERVISTA ALL'ATTIVISTA TANAKA TERUMI 18/3/11

MOBY DICK E' SALVA (PER ORA) 17/3/11

KYABAJO, L'ARTE DELLA ESCORT 22/5/10

LA CRISI DEL TONNO (E DEL SUSHI) 25/2/10

IL DOPPIO APPUNTAMENTO CON L'ATOMICA DI TSUTOMU YAMAGUCHI 7/1/10

GIAPPONE, CHI SUCCEDERA' A KOIZUMI? 1/6/06

Corsa alla successione dell’attuale primo ministro Junichiro Koizumi (nella foto), leader del Pld, vincitore delle elezioni anticipate dello scorso settembre ma ora in crisi di consenso

Claudio Landi

Giovedi' 1 Giugno 2006


Passaggio importante per la politica giapponese: la corsa alla successione dell’attuale primo ministro J. Koizumi, il leader del Pld, partito liberaldemocratico al potere, grande vincitore delle elezioni anticipate dello scorso settembre ma ora in crisi di consenso, è, come si suol dire, entrata nel vivo: fino a poche settimane or sono, il candidato più papabile era l’attuale segretario generale del gabinetto, Shinzo Abe. Ora non più. La questione è particolarmente rilevante per gli assetti internazionali: Abe infatti è conosciuto come nazionalista e, secondo gli osservatori, manterebbe o rafforzerebbe la posizione di Koizumi in merito alla ‘questione storica’ (la questione delle visite di esponenti governativi al santuario Shinto dove sono posti idealmente i resti del caduti in guerra, compresi i criminali di Classe A, gli Hitler giapponesi della seconda guerra mondiale) e in merito ai rapporti con la Cina. Abe è molto cauto nei confronti del potente vicino cinese. Nei giorni scorsi tra l’altro Abe ha ricevuto il sostegno anche dell’attuale segretario del Pld, Takebe, quindi sembrava in ottima posizione per la successione all’attuale primo ministro.
Ora però qualcosa sarebbe cambiato, almeno secondo alcune agenzie di stampa: il capo della fazione più rilevante del Pld, l’ex primo ministro Yoshiro Mori, infatti, ha affermato che la popolarità di Fukuda è in grande rimonta e che, in caso di confronto alla pari, il più giovane Abe (51 anni) dovrebbe cedere il passo al più anziano Fukuda (69 anni). Un modo per dare, sembra di capire, un sostanziale appoggio proprio a Fukuda. Fukuda, ed qui è il fatto rilevante per la geopolitica regionale, è più attento ai rapporti con la Cina e vorrebbe trovare una soluzione alla questione ‘storica’ del santario Shinto. Insomma Fukuda punta decisamente a migliori rapporti politico tra Dragone e Crisantemo, fra Cina e Giappone. Mori su questo è d’accordo con Fukuda. Quindi il sostanziale sostegno all’ex segretario generale del governo sembrerebbe avere una importante base politica.
Ovviamente è troppo presto per sapere chi effettivamente ha più chance per la successione a Koizumi, ma sembra di capire che la battaglia politica sarà particolarmente dura. E particolarmente interessante.



Powered by Amisnet.org