Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


PALESTINA, AFFARI DI FAMIGLIA O AFFARI DEL MONDO? 22/9/11

SE GLI ARCHIVI PARLANO 19/9/11

SE GLI ARCHIVI PARLANO 19/9/11

TERRA E LIBERTA' 15/9/11

I FRUTTI DELLE RIVOLUZIONI: STRETTA DI MANO HAMAS-FATAH AL CAIRO 28-4-11

PALESTINE PAPERS. STORIA DI UNA CAPITOLAZIONE 24/1/11

"MA CHE CI STA SUCCEDENDO?". ISRAELE VISTA DAGLI ISRAELIANI 17/1/11

HUMOUR ALLA GEROSOLIMITANA 11/1/11

BIDEN E RAMAT SHLOMO 10/3/10

OXFAM, GAZA WEEKLY UPDATE 14/01/10

JERUSALEM BLUE 21/11/09

OBAMA, IL NOBEL E GLI ARABI 9/10/09

IL PRIMA E IL DOPO GAZA NELLE CONSTITUENCY DI HAMAS 6/10/09

GERUSALEMME, SEGNALI PERICOLOSI

LA ECO-SCUOLA DEGLI JAHALIN 31/08/09

ISRAELE E IL SUO FATTORE "C" 2/10/08

C come coloni, che ora ammontano a 300mila, in Cisgiordania: la politica israeliana tenta di capire come gestire il popolo degli insediamenti

Paola Caridi

Giovedi' 2 Ottobre 2008
E’ stata l’intelligence israeliana a far filtrare i veri timori di queste ultime settimane, per la tenuta della Cisgiordania. Che a rendere del tutto instabile il pezzo di Palestina controllato dal governo di Ramallah sia il “fattore C”, C come coloni. Se non c’è vero terreno fecondo per lo scoppio di una terza intifada, hanno detto fonti della sicurezza a Haaretz lo scorso 29 settembre, “la continua tensione con i coloni – e certamente un attacco terroristico di matrice ebraica contro gli arabi in Cisgiordania – potrebbe fornire la miccia”. Così come la passeggiata di Ariel Sharon sulla Spianata delle Moschee fornì la spoletta per lo scoppio della seconda intifada. E d’altro canto, visto dalla prospettiva palestinese, i coloni sono diventati il vero bersaglio degli ultimi episodi violenti, dall’uccisione degli studenti della yeshiva a Gerusalemme, la scorsa primavera, sino ai lanci continui di sassi che ormai segnano le notti, lungo le strade della Cisgiordania...

Continua a leggere l'analisi di Paola Caridi sul sito di Limes

Leggi anche il blog di Paola Caridi, invisiblearabs



Powered by Amisnet.org