Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


Presidio contro la guerra a Milano

VIGILIA DIFFICILE PER IL WARGAME DELLA NATO

A TRIESTE DIVISI DA UNA DATA, 1 MAGGIO O 12 GIUGNO?

21 OKTOOBAR, I MISTERI DI MOGADISCIO

CASO BOSIO, LA FARNESINA LO SOSPENDE 8/4/14

MADEINITALY/RANAPLAZA, IL SENATO CHIEDE CONTO 4/4/14

CARO SINDACO TI SCRIVO. I DUBBI SULLA NUOVA MOSCHEA DI MILANO 17/2/14

AL VIA IL "SISTEMA PAESE IN MOVIMENTO" 17/11/13

LA GRANDE MUTAZIONE. AL VIA IL QUINTO SALONE DELL'EDITORIA SOCIALE 31/10/13

ALLA SAPIENZA ASPETTANDO IL 19 OTTOBRE 16/10/13

AMNESTY: DIRITTI AL CENTRO DEL DIBATTITO PARLAMENTARE, MA TRA VECCHI VIZI E TABÙ 27/9/13

MANCONI SUL GIALLO DEL CABLO SHALABAYEVA 21/7/13

ITALIA/KAZAKISTAN, ASPETTANDO ALMA 14/7/13

KAZAKISTAN, MARCIA INDIETRO DEL GOVERNO 13/7/13

ESPULSIONE O RENDITION? LA TRAMA OSCURA DIETRO LA STORIA DI ALMA 11/7/13

ITALIA/ASIA, ANCHE L'ISIAO TRA GLI ENTI INUTILI? 25/6/08

Da sopprimere per l'ultima a manovra finanziaria la prestigiosa (e utile)istituzione italiana fondata nel 1933 da Giovanni Gentile e Giuseppe Tucci. L'appello della sezione lombarda

Per firmare clicca qui


Lettera22

Mercoledi' 25 Giugno 2008

La manovra finanziaria approvata dal Consiglio dei Ministri il 18 giugno scorso include l’Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente (IsIAO, già IsMEO, prima della fusione nel 1995 con l’Istituto Italo-Africano) nel novero degli Enti pubblici da sopprimere (Enti con meno di cinquanta dipendenti). La notizia ha creato grande sconcerto e preoccupazione per l’Istituto, fondato nel 1933 da Giovanni Gentile e Giuseppe Tucci, che è presente con la sua storica Sezione fin dal 1937 anche a Milano.
In questi giorni si moltiplicano gli appelli e tra questi volentieri pubblichiamo quello fatto girare dalla sezione Lombarda (presso cui ha insegnato tra l'altro anche il nostro direttore)

Ben inserita nel tessuto cittadino per le sue molteplici iniziative culturali, per la sua Biblioteca orientalistica intitolata al Generale Prof. Mario Scalise, la Sezione Lombarda dell’IsIAO deve la sua notorietà soprattutto alla sua Scuola di Lingue e Culture Orientali e Africane, istituita nel lontano 1938 – ne fu primo direttore il Prof. Giuseppe Menotti de Francesco, allora Prorettore dell’Università degli Studi di Milano. La Scuola, che in conformità alla legge istitutiva rilascia un diploma triennale “avente valore legale”, dal 1957 è legata da convenzione al Centro di Formazione Lingue del Comune di Milano. La lungimirante e proficua collaborazione tra la Sezione e l’Amministrazione cittadina ha, senza dubbio alcuno, collocato Milano, con grande anticipo sui tempi, tra le città europee più attente al dialogo interculturale e più pronte allo scambio commerciale con le vivaci realtà asiatiche. In oltre mezzo secolo di attività della Scuola, migliaia di diplomati hanno potuto mettere a frutto in svariati campi, dall’industria alla moda, dal giornalismo al turismo, ecc., il titolo e le competenze acquisite in Corsi che sempre furono, e tali sono ancora oggi, improntati a moderni e pratici criteri didattici.
I quasi mille studenti e i docenti dei Corsi, i soci e i numerosi amici della Sezione, auspicano vivamente che Milano, tra l’altro in un momento storico in cui la comprensione tra culture diverse è una necessità imposta per così dire dalla cronaca quotidiana, non sia privata di un tale insostituibile e prestigioso strumento.


Firma l' appello



Powered by Amisnet.org