Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


L'INGANNO DELLO SCATTO

Giacarta, nuovi progetti e vecchie nostalgie

DA DOVE VIENE E DOVE VA IL TTP

TSAHAL NON VA IN SARDEGNA, MANIFESTARE SERVE

LO STATO ISLAMICO E LE NOSTRE RESPONSABILITA'

PERCHE' E' UN ERRORE ARMARE I CURDI

VEGA 2014, MA CHI HA INVITATO TSAHAL?

PAKISTAN, L'OFFENSIVA E QUALCHE DOMANDA 23/2/14

SE GINEVRA PORTA SERENO ANCHE A KABUL 27/11/13

BRIVIDO ALGERINO 20/8/13

RANA PLAZA, LA DIFFERENZA TRA PERDERE TUTTO E CONSERVARE LA DIGNITA’ 24/7/13

CHI STA PENSANDO AD ALMA SHALABAYEVA? 14/7/13

ARRIVEDERCI RAI 28/6/13

DOPO LA GUERRA PERDERE LA PACE (E LA FACCIA) 20/6/13

DACCA, SBATTI IL MOSTRO IN PRIMA PAGINA 4/5/13

LETTERA22 E LA SETTIMANA ENIGMISTICA 3/4/08

A proposito della nuova "Lettera22"

Giovedi' 3 Aprile 2008

La primogenitura è sempre una cosa antipatica e anche un po' pedante. Ma, come faceva la Settimana Enigmistica, ci toccherà segnalare sulla testata del sito tutti gli “innumerevoli tentativi di imitazione”.
E' ovvio che ognuno può appropriarsi di un marchio e di un nome che hanno fatto la storia del giornalismo italiano, ma si potrebbe avere un po' più di fantasia. Così la nascita, domani, dell'”Associazione Lettera22 – giornalisti per la libertà” ci ha lasciato un po' sconcertati. Anche perché, ne siamo certi, i promotori di questa ennesima Lettera22 (già diverse altre ne abbiamo viste nascere) certo non ignorano l'esistenza sul mercato editoriale italiano, da una quindicina d'anni, di “Lettera22”, testata telematica che state in questo momento leggendo. Perché ingenerare confusione con una nuova, ennesima “Lettera22”? Si poteva ad esempio usare la Remington oppure, aggiornando un po' il sistema di scrittura, Apple o Ibm...tipo 382, uno dei primi computer. Non potevano i colleghi per la libertà scegliere un altro nome? Detto tra noi poi, anche noi siamo per la Libertà, con la maiuscola però, poiché siamo onorati di scrivere anche per la “Libertà” di Piacenza, testata storica del panorama regionale editoriale italiano.
Alla fine, comunque, ognuno faccia come crede e utilizzi il nome che ritiene più opportuno. Il lettore distinguerà e confidiamo sulla nostra anzianità perché gli internauti non prendano lucciole per lanterne. O lanterne per lucciole visto che, tra le due, siamo più propensi ad essere come quegli animaletti che vagano emettendo luminosità intermittenti. Buona navigazione a tutti.


Se vuoi postare un commento vai ai blogi di Paola Caridi o di Emanuele Giordana o manda una mail a Lettera22 specificando "Lettere alla redazione"



Powered by Amisnet.org