Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


GLI ISLAMISTI BLOCCANO ISLAMABAD

Occhio per occhio, stupro per stupro

Edhi, il benefattore privato con un occhio alla cosa pubblica

PUGNO DI FERRO DOPO LAHORE

PAKISTAN, STRAGE A PASQUA

NUOVA STRAGE A SCUOLA IN PAKISTAN

IL GRANDE GIOCO IN PAKISTAN

LA GUERRA INFINITA DI PAKISTAN E AFGHANISTAN

Seymour Hersh e la morte di bin Laden

Giustizia per Malala ma non per tutti

L'"ERRORE" CHE HA UCCISO GIOVANNI LO PORTO

PESHAWAR, IL GIORNO DOPO

PESHAWAR, CRONACA DI UN MASSACRO

STRAGE DI WAGAH, NUOVI GRUPPI VECCHIE STRATEGIE 3/11/14

DOMENICA DI SANGUE A KARACHI 10/6/14

NAWAZ SHARIF "DEPORTATO" DAL PAKISTAN A JEDDA 10/9/07

Appena sbarcato a Islamabad questa mattina

Lettera22

Lunedi' 10 Settembre 2007

E' durata meno di cinque ora la permanenza in patria di Nawaz Sharif, l'ex premier pachistano rientrato stamane dall'esilio per partecipare alle prossime elezioni. Dopo una trattativa di alcune ore l'ex uomo di stato pachistano è stato costretto dalle autorità locali a far ritorno in Arabia saudita dove, con un accordo con Pervez Musharraf che lo aveva rovesciato nel 1999, Sharif si era recato sette anni fa accettando la libertà dopo 14 mesi di prigione in seguito al colpo di stato. La situazione in Pakistan è tesa e i suoi sostenitori sono pronti a dare battaglia.
Se Sharif fosse rimasto per lui si sarebbero riaperte le porte del carcere.
La Commissione europea ha fatto sapere di ritenere che all'ex premier pachistano Sharif dovrebbe essere consentito di difendersi davanti ad un tribunale. Il 23 agosto la Corte suprema di Islamabad aveva levato il veto a un ritorno dell'ex premier aprendo la strada al suo ritorno in patria


Vai al sito dle partito di Nawaz la Lega Muslmana-N
Leggi la notizia sul giornale pakistano Pak Tribune
Vai al sito del quotidiano The Dawn 8aggiornamenti non in tempo reale)
Leggilo su Le Monde
Vai agli articoli di Bbc



Powered by Amisnet.org