Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


MARIO DONDERO, SEMPLICEMENTE FOTOGRAFO

CIVIL SOCIETY MEETING AT KABUL UNIVERSITY

BOMBE ITALIANE NEL GULISTAN 2/3/13

DAL MOLIN, FUMATA ROSSA A VICENZA 8/12/12

LE STORIE BALCANICHE DI BOCCIA, DOMANI A FIRENZE

LA POVERTA' NON E' UNA FAVOLA 25/11/09

BENVENUTI A RADIO3 LUNEDI 9/11/09

IL MEDIO ORIENTE E L'EUROPA 13/10/09

SAMOA RISORGE DALLA MACERIE 7/10/09

ARGENTINA, IL BINARIO MORTO DEL LIBERISMO 15/09/09

IN MEMORIA DI PERON 1/09/09

NON SOLO SPONSOR: LE ROTTE POCO NOTE DELLA VELA 28/07/09

AFFERRA LA PREDA 23/1/09

STUDENTI E POLIZIA DAVANTI AL SENATO 23/10/08

REPORTAGE CUBANO 15/10/08

OBIETTIVI URBANI 27/1/07

Cantiere edile a Formello (Roma 2005) foto di G. Galassi

Inserito il

Sabato 27 Gennaio 2007

Gianni Galassi Fotografie 2002-2006 a Roma, Palazzo Venezia, Sala del Refettorio, Via del Plebiscito, 118

dal 31 gennaio al 24 febbraio


Mostre Precedenti

LUCA FORMENTON+GIANNI GALASSI -ANNI LUCE- Galleria Arteutopia, Milano 2006;

FESTIVAL INTERNAZIONALE DELLA FOTOGRAFIA -L'ETA' DEL FERRO- slideshow, Roma 2006;

PLOT@RT 2005 -Dot Galerie Athens- Castello Colonna, Genazzano;

PERSONALE SOLO SHOW -LUOGHI CONTEMPORANEI- Orvieto 2005;

PERSONALE SOLO SHOW -LA MATEMATICA DEI VOLUMI- Galleria Arturarte, Nepi 2004;

STENDHAL 36 -Volume 1- Spazio Stendhal 36, Milano 2004;

PERSONALE SOLO SHOW -RIPARTE ROMA- Hotel Ripa, Roma 2004;

PERSONALE SOLO SHOW -IN-QUIETE- Galleria ArteUtopia, Musei di Porta Romana, Milano 2004;

PERSONALE SOLO SHOW -LINEE D'OMBRA- Orvieto 2004;

VITARTE, Viterbo 2004;

GIOVANE FOTOGRAFIA ANALITICA, Milano 1978


Gianni Galassi nasce a Milano nel 1954. A cinque anni riceve dal padre, appassionato di fotografia, la prima fotocamera. A dodici apprende i primi rudimenti di camera oscura. Prende corpo in quel momento la predilezione per il bianco e nero. A sedici anni concilia gli studi con l'attività di assistente fotografo specializzato in riprese industriali. Nel contempo dà inizio a una ricerca personale nel campo della fotografia fine-art, che proseguirà anche dopo l'avvio dell'attività in proprio che lo vede specializzarsi nello still-life e nell'arredamento, con l'impiego di apparecchi a banco ottico. Gli anni successivi si riveleranno cruciali per la sua formazione estetica. Le fotografie di Hervé, di Robert Frank, di Mario Giacomelli e di Berndt e Hilla Becher sono i suoi riferimenti artistici.
A soli ventiquattro anni espone i suoi lavori alla Galleria "Il Diaframma" di Milano, diretta da Lanfranco Colombo. In seguito realizza per il regista Marco Tullio Giordana i sopralluoghi fotografici del film "Maledetti vi amerò". Ed è la produzione di un documentario sulla grande manifestazione dedicata dalla Biennale di Venezia proprio alla fotografia, ad allargare i suoi orizzonti creativi. Seguiranno altri documentari, insieme a numerosi spot per aziende italiane e straniere. Dopo varie esperienze come sceneggiatore e aiuto regista, si specializza nel campo della post-produzione, dando vita insieme a tre soci ad uno studio specializzato in montaggio video e in doppiaggio e sonorizzazione di film e telefilm. In seguito all'adozione del digitale Galassi inizia ad esprimersi anche col colore, che grazie alle nuove tecnologie è divenuto flessibile quanto il bianco e nero. Le sue opere trovano collezionisti in Italia e all’estero.
Le sue immagini illustrano talvolta articoli di Lettera22 di cui è da tempo un vecchio amico



Powered by Amisnet.org