Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


Presidio contro la guerra a Milano

VIGILIA DIFFICILE PER IL WARGAME DELLA NATO

A TRIESTE DIVISI DA UNA DATA, 1 MAGGIO O 12 GIUGNO?

21 OKTOOBAR, I MISTERI DI MOGADISCIO

CASO BOSIO, LA FARNESINA LO SOSPENDE 8/4/14

MADEINITALY/RANAPLAZA, IL SENATO CHIEDE CONTO 4/4/14

CARO SINDACO TI SCRIVO. I DUBBI SULLA NUOVA MOSCHEA DI MILANO 17/2/14

AL VIA IL "SISTEMA PAESE IN MOVIMENTO" 17/11/13

LA GRANDE MUTAZIONE. AL VIA IL QUINTO SALONE DELL'EDITORIA SOCIALE 31/10/13

ALLA SAPIENZA ASPETTANDO IL 19 OTTOBRE 16/10/13

AMNESTY: DIRITTI AL CENTRO DEL DIBATTITO PARLAMENTARE, MA TRA VECCHI VIZI E TABÙ 27/9/13

MANCONI SUL GIALLO DEL CABLO SHALABAYEVA 21/7/13

ITALIA/KAZAKISTAN, ASPETTANDO ALMA 14/7/13

KAZAKISTAN, MARCIA INDIETRO DEL GOVERNO 13/7/13

ESPULSIONE O RENDITION? LA TRAMA OSCURA DIETRO LA STORIA DI ALMA 11/7/13

PROVE DI GUERRIGLIA URBANA CREATIVA. IN UN NETVIDEO SENZA COPYRIGHT 15/5/03

L'autoproduzione di un gruppo di milanesi e romani che credono nel Software Open Source e sono contrari al monopolio delle immagini e alla dittatura del copyright. Lettera 22 ospita il lro video-manifesto. Cliccate sul link a fine testo per vedere il video

E. G.

Giovedi' 15 Maggio 2003
Il video che potete vedere cliccando sul link alla fine del testo è il frutto di un lavoro di autoproduzione realizzato da ragazzi milanesi (azione e riprese) e ragazzi romani (montaggio, ottimizzazione del codec, riduzione delle dimensioni del file per facilitare il download in internet). Tutti coloro che hanno partecipato a questa produzione, e che ci hanno inviato il filmato che volentieri pubblichiamo, pensano che si debba abolire la pratica del copyright, "inteso come diritto di esclusiva sulla riproducibilità delle opere". Pensano cioè che sia possibile applicare anche nella riproduzione di opere dell'ingegno i meccanismi sperimentati con successo nel Sotware Open Source, e che si debba giungere alla definizione di clausole di utilizzo che, pur garantendo l’autore, non possano diventare di dominio esclusivo di chicchessia. In buona sostanza una sorta di guerra al copyright inteso come forma di monopolio sulle opere. “In parole povere – aggiungono - l'unico tipo di copyright che appoggiamo è quello che impedisce a qualcuno di acquisire titoli di esclusività sull'opera. In questo modo, tutelando autori e pubblico, non si pone nessun ostacolo alla circolazione ed all'utilizzo, anche a scopo di lucro, di tutte le opere prodotte”. “Meglio donare a tutti – concludono - che farsi espropriare da uno solo”!
Checché se ne possa pensare, lo spunto sembra interessante. E il filmato è, non solo ben girato e prodotto, ma anche un simpatico spaccato proprio sul diritto d’autore. Visto che i graffitari non si fanno davvero problemi sull’utilizzo pubblico delle loro opere. E neppure sulla loro effimera apparizione visto che possono essere cancellate. Buona visione:

Si consiglia di scaricare il file sull'hard disk e aprirlo da li. E' necessario avere un lettore video in grado di leggere filmati DivX scarica il lettore
DivX



Download Video
DivX




Powered by Amisnet.org