Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


Presidio contro la guerra a Milano

VIGILIA DIFFICILE PER IL WARGAME DELLA NATO

A TRIESTE DIVISI DA UNA DATA, 1 MAGGIO O 12 GIUGNO?

21 OKTOOBAR, I MISTERI DI MOGADISCIO

CASO BOSIO, LA FARNESINA LO SOSPENDE 8/4/14

MADEINITALY/RANAPLAZA, IL SENATO CHIEDE CONTO 4/4/14

CARO SINDACO TI SCRIVO. I DUBBI SULLA NUOVA MOSCHEA DI MILANO 17/2/14

AL VIA IL "SISTEMA PAESE IN MOVIMENTO" 17/11/13

LA GRANDE MUTAZIONE. AL VIA IL QUINTO SALONE DELL'EDITORIA SOCIALE 31/10/13

ALLA SAPIENZA ASPETTANDO IL 19 OTTOBRE 16/10/13

AMNESTY: DIRITTI AL CENTRO DEL DIBATTITO PARLAMENTARE, MA TRA VECCHI VIZI E TABÙ 27/9/13

MANCONI SUL GIALLO DEL CABLO SHALABAYEVA 21/7/13

ITALIA/KAZAKISTAN, ASPETTANDO ALMA 14/7/13

KAZAKISTAN, MARCIA INDIETRO DEL GOVERNO 13/7/13

ESPULSIONE O RENDITION? LA TRAMA OSCURA DIETRO LA STORIA DI ALMA 11/7/13

RIVENDICAZIONI INAFFIDABILI. LA POSIZIONE DELLE ONG 23/9/04

Un giro di opinioni tra gli operatori umanitari nel giorno più difficile dal rapimento di Pari e Torretta e degli altri due colleghi iracheni

Lettera22

Giovedi' 23 Settembre 2004
“La nostra valutazione sulla base delle informazioni raccolte in loco da chi sta seguendo la vicenda ci fa ritenere non attendibili le rivendicazioni che riguardano gli ostaggi anche perché uno di questi siti già in passato aveva lanciato ultimatum poi risultato infondato”. E’ quanto dice a Lettera22 il presidente dell’Associazione delle Ong italiane Sergio Marelli. “Anche il video preannunciato non ci convince. Certo – prosegue Marelli - dire che siamo tranquilli sarebbe usare una parola grossa. Restiamo preoccupati ma soprattutto vogliamo evitare allarmismi che possono soltanto nuocere quando fondati su elementi non attendibili. Tutti i canali devono restare aperti”

Raffaele Salinari di Terres des Hommes e portavoce del Cini, Coordinamento italiano network internazionali, aggiunge che “E’ in corso una sorta di strategia della tensione che non deve però farci perdere la lucidità”. Del resto a chi parla questa gente?, si chiede riferendosi ai comunicati sul web. “Non si rivolgono soltanto a noi – dice Salinari – ma parlano anche un linguaggio interno a una galassia per noi ancora indecifrabile. Certo – aggiunge – non è il momento di fare dichiarazioni che possano compromettere il difficile lavoro in corso ma è anche vero che noi dobbiamo lavorare sui fatti. E fatti per ora non ce ne sono, solo una ridda di ipotesi”.


Per Intersos "Il testo delle rivendicazioni, oltre a suscitare nuovamente orrore e a preoccuparci tutti, lascia molti dubbi. Lo riteniamo, per ora, poco attendibile; in questo confortati anche da quanto affermato da Palazzo Chigi, la TV araba Al Jazeera e altre fonti consultate". Per ora, scrive l'organizzazione sul suo sito, non ci saranno altre dichiarazioni. "I comunicati a cui chiediamo di fare riferimento - spiega Intersos - sono quelli che saranno man mano inseriti nel sito del Ponte.



Powered by Amisnet.org