Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


I 100 giorni di Trump e l’ansia dei repubblicani

I SONDAGGI GIUDICANO TRUMP

Trump, si fa presto a dire Impeachment

Dal lavoro luce verde per la Fed

OTTO ESECUZIONI IN DIECI GIORNI 9/3/17

VIOLENZA SESSUALE SOTTO IL TAPPETO NEI CAMPUS USA

DOPO ORLANDO, LA PIAGA AMERICANA DELLE SMALL ARMS

LA LUNGA STRADA DI HILLARY

I CANDIDATI IN CORSA

ALL'ONU SERVE TRASPARENZA

IL PALAZZO DI VETRO RIPARTE DA INTERNET

TRUMP E HILLARY SENZA PIU' RIVALI

ARRIVANO I MC-DONALDS DELLA MARJIUANA

HILLARY E DONALD PIGLIATUTTO

LA RIVOLTA DELLE CALCIATRICI

Dal lavoro luce verde per la Fed

I dati sull'occupazione rendono più probabile un rialzo dei tassi già nella riunione di mercoledì 15 marzo.

Andrea Pira

Lunedi' 13 Marzo 2017

I dati sull’occupazione statunitense a febbraio hanno tolto agli investitori gli ultimi dubbi sulla possibilità di un rialzo dei tassi da parte della Federal Reserve già nella riunione di mercoledì 15 marzo. La crescita dei posti di lavoro è stata superiore alle attese. Secondo i dati del dipartimento per il Lavoro, il primo mese effettivo della presidenza di Donald Trump si è chiuso con 235 mila occupati in più nel settore non agricolo, contro una previsione di 190 mila e con il settore delle costruzioni che ha registrato la maggior espansione in circa dieci anni. Bene anche i salari, in crescita del 0,2%, contro lo 0,1% di gennaio, ma leggermente inferiori all’atteso 0,3%.

Se il risultato sia effettivamente merito della nuova amministrazione, che ha fatto dell’«America prima di tutto» il proprio motto, è ancora presto per dirlo. «La vittoria di Trump», spiega Mark Hamrick di Bankrate.com, «ha fatto salire l’ottimismo ma questo non basta». Di certo, secondo gli analisti, il dato ha tolto gli ultimi ostacoli a quello che è atteso come il primo di tre possibili rialzi dei tassi.

Interventi però sui quali non c’è piena condivisione sui tempi. Danske Bank parla di marzo, luglio e dicembre. Mentre Goldman Sachs prevede il secondo a settembre. Nel giro di un paio di settimane, ha annunciato il segretario al Commercio, Wilbur Ross, prenderanno inoltre il via i negoziati per rivedere il Nafta, il trattato di libero scambio firmato nel 1994 da Usa, Canada e Messico.

Scritto per Milano Finanza



Powered by Amisnet.org