Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


I signori dell’arte sui muri di Kabul

SEQUESTRATI A HONG KONG

CALCIO D'INIZIO

ORBAN / SUU KYI. LA NOBEL E IL SOVRANISTA XENOFOBO

LETTERA22 NON STA CON STEVE BANNON

IL TEMPIO DELLA DISCORDIA/ Reportage

I ROHINGYA A MONTECITORIO

LA RESISTENZA DEL BAOBAB Una riflessione della scrittrice Carola Susani

LETTERA22 - 25 ANNI DOPO

COS'E' LETTERA22 E PERCHE' PARLO BENE DI LEI

LA VERITA' SU SANTIAGO

I 25 ANNI DI LETTERA22 AL SALONE DELL'EDITORIA SOCIALE DI ROMA

Un appello afgano alla Perugia Assisi

"Sconfinate", presentazione a Crema

IL NUOVO ATLANTE DELLE GUERRE

RUSSIA GAY: QUANDO L'INTELLIGENTSiJA FA COMING-OUT. VIA FACEBOOK

Giovedi' 5 Settembre 2013
Dal premio Rostropovich alle minacce di morte. In Russia il "kamin-aut" per gli omosessuali è un tabù, specie per i personaggi pubblici. E chi lo fa si espone al rischio, specie ora con la legge contro la "propaganda gay". Oleg Dusaev, musicista e giornalista tv, non ha pensato troppo alle conseguenze quando ha deciso di dichiararsi via Facebook: "non potevo più trattenermi, l'omofobia in Russia è una realtà, e cresce". Proprio oggi Barack Obama dovrebbe incontrare gli attivisti lgbt al G20 di San Pietroburgo. Mentre Putin dichiara "non ho nessun problema coi gay". Leggi l'intervista a Dusaev della nostra Lucia Sgueglia,
pubblicata su La Stampa.



Powered by Amisnet.org