Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


I signori dell’arte sui muri di Kabul

SEQUESTRATI A HONG KONG

CALCIO D'INIZIO

ORBAN / SUU KYI. LA NOBEL E IL SOVRANISTA XENOFOBO

LETTERA22 NON STA CON STEVE BANNON

IL TEMPIO DELLA DISCORDIA/ Reportage

I ROHINGYA A MONTECITORIO

LA RESISTENZA DEL BAOBAB Una riflessione della scrittrice Carola Susani

LETTERA22 - 25 ANNI DOPO

COS'E' LETTERA22 E PERCHE' PARLO BENE DI LEI

LA VERITA' SU SANTIAGO

I 25 ANNI DI LETTERA22 AL SALONE DELL'EDITORIA SOCIALE DI ROMA

Un appello afgano alla Perugia Assisi

"Sconfinate", presentazione a Crema

IL NUOVO ATLANTE DELLE GUERRE

I SOLDI DELLA GUERRA/ REPORTAGE

Mercoledi' 3 Aprile 2013
Al rientro dal weekend del venerdi la coda è lunga per rientrare in città. La polizia ferma le macchine cariche di giovinastri (tutti maschi) ma non cerca armi. Controllano il tasso alcolico per evitare incidenti. Lo skyline della città che si staglia sullo sfondo cambia di settimana in settimana, a volte di giorno in giorno. Il nuovo ufficio del governatore, solo palafitte di cemento armato quattro mesi fa, è fatto e finito davanti a un grande megastore a più piani in costruzione. Guardi verso l'alto e vedi svettare gru, ponteggi, scale sopra parcheggi di betoniere e camion che trasportano tondini di ferro. Una bolla speculativa senza precedenti ha fatto di questa città un cantiere in continua espansione. Benvenuti a Kabul dove se avete quattrini li potete moltiplicare e dove, come forse accade alla vigilia delle grandi tragedie, in vista della paranoia del dopo 2014, quando gli eserciti occidentali se ne andranno, non si sta tanto a guardare al futuro ma si vive spasmodicamente al presente...

Leggi tutto il reportage da Kabul di



Powered by Amisnet.org