Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


Gli sculaccioni dello zio Sam

L'ECO INTERNAZIONALE DEL MINISTRO TERZI 16/3/13

INDISCRETO: LA NATO O FINMECCANICA? 8/12/12

DI PAOLA E IL VETO DI LA RUSSA 26/11/11

IL MINISTRO IN MIMETICA E LA FONDAZIONE CUTULI 8/4/2011

UN CONSIGLIERE MILITARE PER FRATTINI 11/2/11

L'UOMO CHE RIDEVA TROPPO E IL CIRCOLO DELLA CACCIA 9/3/10

AFGHANISTAN, LA UE SILURA IL CANDIDATO ITALIANO 23/2/10

GLI IMBARAZZI DI EIKENBERRY 22/11/09

VERSO L'INCORONAZIONE DI KARZAI 6/11/09

FARNESINA, PIANI ALTI SENZA FIRMA 8/10/09

E SE AUNG SAN SUU KYI CHIEDESSE IL VISTO ALL'ITALIA? 15/5/09

PEACEKEEPING, LA MATEMATICA DI SILVIO E QUELLA DI GEORGE 13/6/08

ESTERI/IL VALZER DEI SOTTOSEGRETARI 1/5/08

SE IL BUON ESEMPIO NON E' PIU' UNA VIRTU' 9/4/08

L'ECO INTERNAZIONALE DEL MINISTRO TERZI 16/3/13

I giornali e il ministro degli Affari esteri

Sabato 16 Marzo 2013

I ministeri hanno ridotto la mazzetta dei giornali che , in molti casi, è adesso a pagamento. Fanno eccezione Esteri e Difesa, quest'ultima forse la più completa. Quella degli Esteri, tra i tanti risparmi e tagli, un'eccezione però la fatta. Ha inserito ex novo in rassegna l'Eco di Bergamo, un giornale la cui eco è indubbiamente internazionale anche se, per la verità, si perde già nelle vallate padane più a Sud dell'autostrada Milano-Brescia. Benché vi scrivano firme illustri (Livio Caputo ad esempio, già Corsera e poi parlamentare) non si capisce quale sia il motivo per cui l'Eco sia in rassegna tutti i santi giorni. Se però uno va a vedere il curriculum del ministro Terzi allora tutto è più chiaro. Inizia così: “Nato a Bergamo nel 1946...”

nb Sorge spontanea una domanda ma perché Bergamonews non protesta?



Powered by Amisnet.org