Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


Presidio contro la guerra a Milano

VIGILIA DIFFICILE PER IL WARGAME DELLA NATO

A TRIESTE DIVISI DA UNA DATA, 1 MAGGIO O 12 GIUGNO?

21 OKTOOBAR, I MISTERI DI MOGADISCIO

CASO BOSIO, LA FARNESINA LO SOSPENDE 8/4/14

MADEINITALY/RANAPLAZA, IL SENATO CHIEDE CONTO 4/4/14

CARO SINDACO TI SCRIVO. I DUBBI SULLA NUOVA MOSCHEA DI MILANO 17/2/14

AL VIA IL "SISTEMA PAESE IN MOVIMENTO" 17/11/13

LA GRANDE MUTAZIONE. AL VIA IL QUINTO SALONE DELL'EDITORIA SOCIALE 31/10/13

ALLA SAPIENZA ASPETTANDO IL 19 OTTOBRE 16/10/13

AMNESTY: DIRITTI AL CENTRO DEL DIBATTITO PARLAMENTARE, MA TRA VECCHI VIZI E TABÙ 27/9/13

MANCONI SUL GIALLO DEL CABLO SHALABAYEVA 21/7/13

ITALIA/KAZAKISTAN, ASPETTANDO ALMA 14/7/13

KAZAKISTAN, MARCIA INDIETRO DEL GOVERNO 13/7/13

ESPULSIONE O RENDITION? LA TRAMA OSCURA DIETRO LA STORIA DI ALMA 11/7/13

ELEZIONI: LA POLITICA ESTERA RIMANE CENERENTOLA 23/2/13

L'Associazione Italia Alpi, la Rete Afgana e la redazione di 46 Parallelo hanno reso note le adesioni e le risposte all'appello “Da che parte stare” rivolto ai candidati delle politiche 2013. Ne esce un quadro deprimente. Dieci risposte in maggioranza di Rivoluzione civile e Sel. Nulla da destra e centro tranne un candidato del Friuli. Assenza pesante quella del Pd. Nemmeno i grillini, re indiscussi della Rete, l'hanno usata per rispondere

Sabato 23 Febbraio 2013

La politica estera si conferma “Cenerentola” d'Italia nelle intenzioni della maggioranza dei partiti e candidati italiani con rarissime eccezioni. Non suscita grande interesse di programma né l'attenzione riservata ad altri temi. E' quanto emerge dalle risposte postate dai candidati o dai leader di partito che hanno risposto all'appello “Da che parte stare: undici domande sulla politica estera dell'Italia” lanciato un mese fa da tre associazioni della società civile italiana: Afgana, un network della società civile dedicato all'Afghanistan, l'Associazione Italia Alpi attiva sul fronte della lotta alle mafie che uccisero tra la giornalista Rai e il suo operatore, e 46mo Parallelo, una redazione diffusa che da quattro anni pubblica l'Atlante delle guerre dei conflitti nel mondo. Oggi le tre sigle hanno resi noti i risultati.

Alle undici domande (dagli F-35 alla politica mediterranea, dall'Onu alla lotta ai trafficanti di armi e di persone) hanno risposto solo 10 candidati, tra cui un segretario di partito, e un circolo di partito. Prevalgono le risposte a sinistra (6 di Rivoluzione civile e 3 di Sel). Assente - scrivono - il Pd e l'intero centro e centro destra con un'unica eccezione: Fabio Pipinato, candidato in Trentino Alto Adige per "Scelta civica con MONTI per l'Italia". Quest'ultimo ha risposto di non e aderire con un si a molte delle domande ma ha voluto sottolineare il suo impegno legislativo futuro nel “rispetto” di chi non la pensa come lui. La sinistra ha invece accolto l'appello con grande favore argomentando tutte le risposte ma con una grande eccezione, l'assenza totale del Pd (e, aggiungiamo noi, di Grillo).

Le risposte si leggono invece sul sito di Afgana.



Powered by Amisnet.org