Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


“PECCATO MORTALE SFRUTTARE CHI LAVORA”

Perugia Assisi l'appello di Tavola e Rete della pace

La guerra di Mario

La lunga scia di droni e ostaggi

Dalle trincee della Grande Guerra un appello per il diritto alla pace

ERAVAMO IN CENTOMILA, GRANDI NUMERI ALLA PERUGIA ASSISI

IL 19 OTTOBRE TORNA LA PERUGIA-ASSISI

CHIUDERE I CIELI AI CACCIA ISRAELIANI

TSAHAL SARDEGNA, SI INFIAMMA LA POLEMICA

TSAHAL IN SARDEGNA? LA DIFESA SI SMARCA

AEREI DI TSAHAL SUI CIELI DI SARDEGNA

L'AUSPICABILE RITORNO DEL DIRITTO INTERNAZIONALE, UNA LETTERA A JEFFREY SACHS SUL

UN AEREO DI CARTA CONTRO GLI F-35 15/7/13

COLOMBA DI PACE A PAOLA CARIDI 2/7/13

ARMARE LA PACE? UNA RIFLESSIONE SULLE PAROLE DEL MINISTRO 30/6/13

MALI, COSA PENSIAMO DEL CONFLITTO 17/1/13

Lettera22 prova a rompere il silenzio che circonda la guerra africana, solo l'ultima in ordine di tempo. Sperando che questo ci aiuti a fare meglio i conti. Con la guerra e con la pace

I vostri commenti

Giovedi' 17 Gennaio 2013

Cari colleghi,
non credo affatto nella necessità dell'intervento francese e non mi consta alcuna prova che i jihadisti (che non sono per altro neanche la maggioranza dei tuareg) volessero prendersi Bamako, dove la maggioranza della popolazione è di etnia diversa. Loro, i tuareg tutti, da oltre trent'anni rivendicano l'Azawad, cioè il Nord desertico del Paese. Si poteva invece agire diplomaticamente e concedere loro una parziale indipendenza ad alcuni patti, invece di ricompattare il fronte tuareg sotto la bandiera anticolonialista. Ma forse Hollande aveva bisogno di impiegare le armi nuove di zecca e spostare l'attenzione dei francesi sulla politica estera...il solito gioco. In più ci sono gli interessi forti di Areva sull'uranio scoperto nel confinante Niger.
In ogni caso trovo del tutto illegittimo l'appoggio dato da Terzi in un contesto di questo genere, senza la possibilità di una discussione parlamentare, con un governo già tecnico e in più dimissionario perché privo di maggioranza che dovrebbe curare solo l'ordinaria amministrazione e non impegnare il Paese su un nuovo sforzo bellico con ciò che comporta anche per l'erario.

Rachele Gonnelli l'Unità

-------------------------------

Prevenire...mai!!!!
Cecilia (Facebook)

-------------------------------

Di solito critico quelli che si lamentano del non intervento (salvo poi criticare l'intervento) dei paesi occidentali negli affari degli altri (vedi Kosovo Libia o Siria) ma qui sono decisamente a favore dell'intervento francese, intanto perché non considero il quaedismo africano una ribellione contro un governo autoritario ma al contrario il prodotto dell'interventismo islamico dei vari salafiti sauditi e poi nelle zone di conflitto (per quel poco che mi sembra di capire) "popolazioni civili" ce n'è poche. e coi quaedisti non si può fare troppo i pacifisti
Luca, (Facebook)

---------------------------------

la guerra in mali e il petrolio del Niger
Maurizio "Gibo"

----------------------------------

E se smettessimo di bombardare e far guerra ai più poveri, per ricominciare a far e un po’ di cooperazione allo sviluppo?
AAA

------------------------------------

Boicot tatal no alle guerre
Ales
-------------------------------------



Powered by Amisnet.org