Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


Presidio contro la guerra a Milano

VIGILIA DIFFICILE PER IL WARGAME DELLA NATO

A TRIESTE DIVISI DA UNA DATA, 1 MAGGIO O 12 GIUGNO?

21 OKTOOBAR, I MISTERI DI MOGADISCIO

CASO BOSIO, LA FARNESINA LO SOSPENDE 8/4/14

MADEINITALY/RANAPLAZA, IL SENATO CHIEDE CONTO 4/4/14

CARO SINDACO TI SCRIVO. I DUBBI SULLA NUOVA MOSCHEA DI MILANO 17/2/14

AL VIA IL "SISTEMA PAESE IN MOVIMENTO" 17/11/13

LA GRANDE MUTAZIONE. AL VIA IL QUINTO SALONE DELL'EDITORIA SOCIALE 31/10/13

ALLA SAPIENZA ASPETTANDO IL 19 OTTOBRE 16/10/13

AMNESTY: DIRITTI AL CENTRO DEL DIBATTITO PARLAMENTARE, MA TRA VECCHI VIZI E TABÙ 27/9/13

MANCONI SUL GIALLO DEL CABLO SHALABAYEVA 21/7/13

ITALIA/KAZAKISTAN, ASPETTANDO ALMA 14/7/13

KAZAKISTAN, MARCIA INDIETRO DEL GOVERNO 13/7/13

ESPULSIONE O RENDITION? LA TRAMA OSCURA DIETRO LA STORIA DI ALMA 11/7/13

PARTE LA CAMPAGNA "GENTE DI DUBLINO" 12/4/12

Presentata oggi a Roma la Campagna di comunicazione e sensibilizzazione sul Sistema Dublino” è rivolto ai richiedenti asilo allo scopo di informarli sul Regolamento Dublino, sul suo funzionamento e sulla sua applicazione

Lettera22

Giovedi' 12 Aprile 2012

Il Regolamento Dublino II determina la vita dei richiedenti asilo che arrivano in Europa. E può avere un impatto drammatico: sradicarli da contesti sociali e relazionali, interrompere il percorso di integrazione, sottoporli a detenzione, rendere più difficile il riconoscimento dello status.
Il Progetto “Gente di Dublino - Campagna di comunicazione e sensibilizzazione sul Sistema Dublino” che è stata presentata oggi a Roma - è rivolto ai richiedenti asilo allo scopo di informarli sul Regolamento Dublino, sul suo funzionamento e sulla sua applicazione. Ma soprattutto per indicare la strada migliore per ottenere la protezione e i diritti che sono loro riconosciuti.
Scopo della campagna è cercare di limitare le conseguenze negative che la mancanza di conoscenza o di consapevolezza del Regolamento Dublino II e della sua applicazione, provocano nelle vite di richiedenti asilo e rifugiati. Obiettivo è favorire la riduzione dei movimenti secondari di richiedenti asilo da uno Stato Membro ad un altro, diminuendo i fenomeni di traumatizzazione secondaria di cui i “casi Dublino” sono spesso vittime.


La campagna si attua a livello nazionale con la produzione e diffusione di un media mix strategico:

- 50.000 opuscoli informativi realizzati in dieci lingue; 1500 locandine e dvd contenenti i documenti della campagna in formato telematico. Questi materiali saranno distribuiti presso 500 punti target strategici per raggiungere i beneficiari del progetto: Questure, Prefetture, Servizi informativi alle frontiere, Centri di accoglienza per richiedenti asilo, associazioni del privato sociale.

- Uno spot di trenta secondi che verrà proiettato nelle stazioni della Rete Centostazioni dal 15 al 21 aprile.

- 2500 locandine pendule saranno esposte nei mezzi di trasporto pubblici delle città di Milano, Bari, Napoli e Roma grazie alla collaborazione delle aziende di trasporto locali: a Milano dal 13 al 29 aprile, a Napoli, a Bari e a Roma entro giugno.

- Un video di circa sette minuti che verrà proiettato all’interno dei Centri di accoglienza per richiedenti asilo.

- Il sito helpdubliners

Il progetto “Gente di Dublino” è finanziato dal Ministero dell’Interno - Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione e dall’Unione Europea, nell’ambito del Fondo Europeo per i Rifugiati, annualità 2010, Az. 1A. La campagna di comunicazione e sensibilizzazione nazionale è realizzata dal Consiglio Italiano per i Rifugiati (CIR), insieme all’Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e Regioni d’Europa (AICCRE) e Europe Consulting Onlus società cooperativa sociale.



Powered by Amisnet.org