Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


LETTERA22 NON STA CON STEVE BANNON

IL TEMPIO DELLA DISCORDIA/ Reportage

I ROHINGYA A MONTECITORIO

LA RESISTENZA DEL BAOBAB Una riflessione della scrittrice Carola Susani

LETTERA22 - 25 ANNI DOPO

COS'E' LETTERA22 E PERCHE' PARLO BENE DI LEI

LA VERITA' SU SANTIAGO

I 25 ANNI DI LETTERA22 AL SALONE DELL'EDITORIA SOCIALE DI ROMA

Un appello afgano alla Perugia Assisi

"Sconfinate", presentazione a Crema

IL NUOVO ATLANTE DELLE GUERRE

PERUGIA ASSISI 2018 LA MARCIA PER LA PACE

SCONFINATE, un libro su terre di confine e storie di frontiera

IL CASO ROHINGYA

FUOCO SUI REPORTER. ANDY CERCA ANCORA VERITÀ.

I DESTINI PARALLELI DI DUE GENERALI RIBELLI

Martedi' 27 Dicembre 2011
Due leader ribelli uccisi a pochi giorni di distanza l'uno dall'altro. Il primo a cadere è stato il generale George Athor, da circa un anno e mezzo in armi contro il governo del Sud Sudan. Il secondo, la cui morte è stata annunciata nelle prime ore del giorno di Natale, è Khalil Ibrahim, da dieci anni presidente del Justice and equality movement (Jem), uno dei gruppi ribelli "originali" del Darfur. Due morti che hanno smosso le acque limacciose delle situazioni interne di Sudan e Sud Sudan e che potrebbero avere delle conseguenze di medio e lungo termine. O forse no, perché è difficile, ora come ora, prevedere cosa succederà ai movimenti che i due leader avevano fondato e che dirigevano e come quindi evolveranno le cose.
Continua a leggere su BorderLand, il blog di I. Panozzo



Powered by Amisnet.org