Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


Presidio contro la guerra a Milano

VIGILIA DIFFICILE PER IL WARGAME DELLA NATO

A TRIESTE DIVISI DA UNA DATA, 1 MAGGIO O 12 GIUGNO?

21 OKTOOBAR, I MISTERI DI MOGADISCIO

CASO BOSIO, LA FARNESINA LO SOSPENDE 8/4/14

MADEINITALY/RANAPLAZA, IL SENATO CHIEDE CONTO 4/4/14

CARO SINDACO TI SCRIVO. I DUBBI SULLA NUOVA MOSCHEA DI MILANO 17/2/14

AL VIA IL "SISTEMA PAESE IN MOVIMENTO" 17/11/13

LA GRANDE MUTAZIONE. AL VIA IL QUINTO SALONE DELL'EDITORIA SOCIALE 31/10/13

ALLA SAPIENZA ASPETTANDO IL 19 OTTOBRE 16/10/13

AMNESTY: DIRITTI AL CENTRO DEL DIBATTITO PARLAMENTARE, MA TRA VECCHI VIZI E TABÙ 27/9/13

MANCONI SUL GIALLO DEL CABLO SHALABAYEVA 21/7/13

ITALIA/KAZAKISTAN, ASPETTANDO ALMA 14/7/13

KAZAKISTAN, MARCIA INDIETRO DEL GOVERNO 13/7/13

ESPULSIONE O RENDITION? LA TRAMA OSCURA DIETRO LA STORIA DI ALMA 11/7/13

EDITORIA: DIRETTORE GIORDANA, "ESUBERI ECORADIO SCELTA EDITORE" 25/1/11

Le precisazioni del nuovo direttore di Ecoradio sui due licenziamenti decisi dall'azienda

Martedi' 25 Gennaio 2011

(AGI) - Roma, 25 gen. - Chiamato in causa dall'Associazione Stampa Romana per il licenziamento di due giornaliste dell'emittente 'Ecoradio', il nuovo direttore delle testata, Emanuele Giordana, spiega che "se il sindacato ha rilevato azioni illegittime nei confronti dei due redattori, non soltanto e' tenuto a intervenire nel merito, ma trovera' nello stesso direttore tutta la collaborazione necessaria a chiarire una vicenda cui egli e' estraneo". Giordana, che ha lasciato la trasmissione di approfondimento di 'Rai-Radio3 Mondo' per questo nuovo incarico, in una nota precisa: "Tutto si e' consumato per decisione autonoma dell'azienda e prima del mio insediamento del 20 gennaio. Nel ribadire la piena fiducia nel sindacato, che deve tutelare la professione giornalistica e i diritti di chi la esercita, sono pronto dunque a discutere qualsiasi rilievo, motivato, che possa ricondurre al pur minimo illecito da me commesso nell'esercizio delle mie funzioni. Ma non certo per quanto deciso autonomamente dall'azienda prima di quella data". Con "amarezza", invece, Giordana risponde su una presunta 'violazione della clausola di solidarieta' contenuta nell�articolo 2 della legge istitutiva dell�Ordine dei Giornalisti': "Respingo l'addebito di essere venuto meno allo 'spirito di collaborazione tra colleghi', alla 'cooperazione fra giornalisti e editori' e alla 'fiducia tra la stampa e i lettori'. Un addebito ingeneroso che uno sguardo attento al mio curriculum e alle mie scelte professionali avrebbe da subito escluso". E conclude: "Certo che ogni possibile incomprensione possa ricomporsi rapidamente e con spirito di aperta collaborazione, invito l'editore e il sindacato a un incontro chiarificatore in cui si possano con serenita' affrontare tutti i punti sollevati dall'Associazione stampa romana". (AGI) Com/Ral



Powered by Amisnet.org