Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


PALESTINA, AFFARI DI FAMIGLIA O AFFARI DEL MONDO? 22/9/11

SE GLI ARCHIVI PARLANO 19/9/11

SE GLI ARCHIVI PARLANO 19/9/11

TERRA E LIBERTA' 15/9/11

I FRUTTI DELLE RIVOLUZIONI: STRETTA DI MANO HAMAS-FATAH AL CAIRO 28-4-11

PALESTINE PAPERS. STORIA DI UNA CAPITOLAZIONE 24/1/11

"MA CHE CI STA SUCCEDENDO?". ISRAELE VISTA DAGLI ISRAELIANI 17/1/11

HUMOUR ALLA GEROSOLIMITANA 11/1/11

BIDEN E RAMAT SHLOMO 10/3/10

OXFAM, GAZA WEEKLY UPDATE 14/01/10

JERUSALEM BLUE 21/11/09

OBAMA, IL NOBEL E GLI ARABI 9/10/09

IL PRIMA E IL DOPO GAZA NELLE CONSTITUENCY DI HAMAS 6/10/09

GERUSALEMME, SEGNALI PERICOLOSI

LA ECO-SCUOLA DEGLI JAHALIN 31/08/09

PALESTINE PAPERS. STORIA DI UNA CAPITOLAZIONE 24/1/11

Sulla stregua di Wikileaks, Al Jazeera (e poi il Guardian) pubblica documenti confidenziali che sembra possano essere usciti dall'ambiente dei negoziatori palestinesi. E si annuncia un vero e proprio terremoto politico. Nella foto, la colonia israeliana di Har Homa, e cioè la collina palestinese di Jabal Abu Ghneim, a sud di Gerusalemme, fotografata da Betlemme

Paola Caridi

Lunedi' 24 Gennaio 2011


Abu Ala, il vecchio Ahmed Qurei, l’ha detto chiaro, nel meeting trilaterale con americani e israeliani, il 15 giugno 2008. Presente, Condoleezza Rice. “Abbiamo proposto che Israele si annetta tutte le colonie a Gerusalemme eccetto Jabal Abu Ghneim (Har Homa). Questa è la prima volta nella storia che facciamo una proposta di questo tipo; ci siamo rifiutati di farla a Camp David”. Saeb Erekat va oltre, e indica tutte le colonie che, a Gerusalemme est, i palestinesi sono disposti a cedere a Israele (che dice più volte, in differenti documenti, di voler partire dai facts on the ground, dai fatti sul terreno, e non dalle linee indicate dalla legalità internazionale): “there are Zakhron Ya’cov, the French Hill, Ramat Eshkol, Ramot Alon, Ramat Shlomo, Gilo, Tal Piot, and the Jewish Quarter in the old city of Jerusalem”.

Quella che esce dai Palestine Papers, i documenti confidenziali che da ieri sera Al Jazeera e il Guardian hanno cominciato a rendere pubblici, è la storia di una capitolazione. Una resa senza (quasi) condizioni dell’Autorità Nazionale Palestinese e dell’OLP nei confronti degli israeliani, che però non è bastata al governo guidato da Ehud Olmert (e di cui era ministro degli esteri Tzipi Livni) per firmare una pace.

Niente di più, niente di meno. Una capitolazione che non ha sortito effetto....

Per continuare a leggere l'analisi di Paola Caridi, collegati al suo blog, invisiblearabs.



Powered by Amisnet.org