Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


SCONFINAMENTI A CERTALDO IL 30 OTTOBRE

I 25 ANNI DI LETTERA22 AL SALONE DELL'EDITORIA SOCIALE 2-3 NOVEMBRE

RICORDO DI DONDERO, A BERGAMO 11 MARZO

Guerra e bambini: un'iniziativa a Milano l'8 giugno

CONOSCERE LA GUERRA. A UDINE IL 20 FEBBRAIO

CONVEGNO DI STUDI SULL’AZERBAIGIAN E LA REGIONE DEL CASPIO

ATLANTE DELLE GUERRE, LA SESTA EDIZIONE

TRENTO: CONVEGNO DI STUDI SULL’AZERBAIGIAN

IL MONDO SCONVOLTO DALL'IS ALL'UCRAINA

DUE GIORNI DI DIALOGO AD ASSISI IL 14 E 15 APRILE

GLI STRANI FIORI DEL PAKISTAN, A ROMA 8 /2/14

COSA NE PENSANO GLI AFGANI, RICERCA DI "AFGANA" A ROMA IL 16/12/13

AFRICA E SOLIDARIETA', A GENOVA 14-16/11/13

A CHE SERVE L'UMANITARIO? UN CONVEGNO A ROMA il 21/11/13

PRIMAVERE ARABE, A ROMA 11/11/13

BENI COMUNI E NUOVE FORME DI PARTECIPAZIONE. INCONTRO A ROMA

Mercoledì 14 Aprile, 17.00
Aula 6 (piano terra) della Facoltà di Giurisprudenza – Università degli Studi Roma Tre
via Ostiense 161, Roma

Venerdi' 9 Aprile 2010

Beni Comuni e Nuove Forme di Partecipazione
14 Aprile, 17.00
Aula 6 (piano terra) della Facoltà di Giurisprudenza – Università degli Studi Roma Tre
via Ostiense 161, Roma

Al termine della conferenza, proiezione del documentario Agua mi sangre, di Jaroslava Colajacomo.

Con
Lorenzo Marsili, European Alternatives
Ugo Mattei professore alla University of California, Hastings College of Law, e professore di diritto civile all’Universita’ di Torino
Luigi Ferrajoli, professore di filosofia del diritto, Università RomaTre
Emilio Molinari, presidente sezione italiana Contratto mondiale sull’acqua
Roberto Savio, tra i fondatori del World Social Forum
Giulio Marcon; Sbilanciamoci!, Lunaria
Roberto Musacchio, ex europarlamentare
Francesca Caprini, associazione Yaku (in collegamento skype da Cochabamba)
Adriana Marquisio, Comisiòn Nacional en Defensa del Agua y de la Vida (Uruguay); Red Vida, rete interamericana di vigilanza sull’acqua (in collegamento skype da Cochabamba)

modera Giuliano Battiston, giornalista freelance

Con il sostegno del Parlamento Europeo, e in collaborazione con il dipartimento di Storia e Teoria Generale del Diritto, Universita’ Roma Tre.

La crisi della democrazia rappresentativa, e i limiti della rappresentanza “nazionale” di fronte alle inedite sfide di natura globale, obbligano a ripensare i metodi e gli strumenti per assicurare il coinvolgimento di cittadini, movimenti sociali e gruppi della società civile nelle politiche governative.

In particolare, le politiche relative alla gestione dei beni comuni (acqua, terra, aria, conoscenza) e ai servizi pubblici rappresentano un banco di prova per sperimentare nuove forme di cittadinanza attiva, consapevole e transnazionale e per valutare la permeabilità dei tradizionali sistemi di rappresentanza alle istanze della società civile.

L’incontro promosso da European Alternatives mira a discutere questi temi secondo una triplice prospettiva, che parta dai recenti dibattiti sui rischi legati alla privatizzazione della gestione dell’acqua in Italia, allargandosi alla cornice europea e alle direttive sulla gestione dei servizi pubblici, per finire con una valutazione dell’importanza assunta dai movimenti sociali dell’America Latina (in particolare Ecuador e Bolivia) nella formalizzazione costituzionale dell’acqua come bene comune indisponibile.

L’incontro sarà anche l’occasione per ragionare sul nesso tra giustizia ambientale (intesa come diritto all’accesso ai beni comuni fondamentali) e giustizia sociale, anticipando in questo modo le discussioni che si svolgeranno nel corso della prima Conferenza Mondiale dei Popoli sul Cambiamento Climatico e i Diritti della Madre Terra.

Vai al sito di European Alternatives



Powered by Amisnet.org