Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


Gli sculaccioni dello zio Sam

L'ECO INTERNAZIONALE DEL MINISTRO TERZI 16/3/13

INDISCRETO: LA NATO O FINMECCANICA? 8/12/12

DI PAOLA E IL VETO DI LA RUSSA 26/11/11

IL MINISTRO IN MIMETICA E LA FONDAZIONE CUTULI 8/4/2011

UN CONSIGLIERE MILITARE PER FRATTINI 11/2/11

L'UOMO CHE RIDEVA TROPPO E IL CIRCOLO DELLA CACCIA 9/3/10

AFGHANISTAN, LA UE SILURA IL CANDIDATO ITALIANO 23/2/10

GLI IMBARAZZI DI EIKENBERRY 22/11/09

VERSO L'INCORONAZIONE DI KARZAI 6/11/09

FARNESINA, PIANI ALTI SENZA FIRMA 8/10/09

E SE AUNG SAN SUU KYI CHIEDESSE IL VISTO ALL'ITALIA? 15/5/09

PEACEKEEPING, LA MATEMATICA DI SILVIO E QUELLA DI GEORGE 13/6/08

ESTERI/IL VALZER DEI SOTTOSEGRETARI 1/5/08

SE IL BUON ESEMPIO NON E' PIU' UNA VIRTU' 9/4/08

L'UOMO CHE RIDEVA TROPPO E IL CIRCOLO DELLA CACCIA 9/3/10

Ai margini di una parabola discendente anche nel blasonato club della capitale

Martedi' 9 Marzo 2010

Chissà cosa gli è bruciato di più. Se entrare in carcere o uscire dal Circolo. Francesco Maria De Vito Piscicelli, l'uomo che rideva troppo coinvolto nello scandalone degli appalti d'oro, vantava infatti dal 2003 anche un'associazione di rango al Circolo della Caccia, un luogo di incontro molto esclusivo della nobiltà non solo romana fondato nel 1869 da Francesco Borghese, Luigi Calabrini e Augusto Silvestrelli. Ma quando la direzione del Circolo, guidata dal duca Poldo Torlonia, si è accorta che Francesco Maria vi aveva portato a pranzo i personaggi finiti con lui nelle cronache nazionali, non ci ha messo molto a dargli il benservito. E a poco è servito che FM fosse entrato al Circolo grazie al nome che porta: il medesimo di un suo lontanissimo parente che aveva dato lustro ai soci dell'esclusivo club della capitale. Che lo ha invitato a dimettersi il 1 marzo dal luogo in cui, all'ingresso, campeggia un monito severo: “L' abito scuro è di rigore per i soci e per i loro invitati”. Il che sottintende tra l'altro che non sta bene sganasciarsi per le disgrazie altrui.



Powered by Amisnet.org