Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


BIANZINO, RIAPRITE IL CASO 2/6/12

ALDO BIANZINO, IL CASO NON E' CHIUSO 13/4/12

CASO BIANZINO, GIOVANI E VECCHI LEONI 19/12/09

BIANZINO, IL CASO E' CHIUSO 17/12/09

BIANZINO, RINVIATA DECISIONE SU ARCHIVIAZIONE 12/12/09

BIANZINO, RINVIATA A GIUDIZIO GUARDIA PENITENZIARIA 26/11709

LA VERITA' SU ALDO BIANZINO, UNA LETTERA DEL PADRE 19/11/09

ALDO BIANZINO: RIAPIRE UN CASO SEMI CHIUSO 17/11/09

LE SOSPETTE ANALOGIE DEI CASI CUCCHI E BIANZINO 5/11/09

LE STORIE PARALLELE DI STEFANO E ALDO 3/11/09

PER ALDO BIANZINO, "ULTERIORI ACCERTAMENTI" 27/10/08

INCHIESTA LACUNOSA, LE RAGIONI DEI FAMIGLIARI DI BIANZINO 3/8/07

CASO BIANZINO: IL GIP ACCOGLIE L'OPPOSIZIONE ALL'ARCHIVIAZIONE 31/7/08

DA ABU OMAR AD ALDO BIANZINO: TUTTI I MISTERI D'ITALIA 28/5/08

BIANZINO, MANCONI CONTRO ARCHIVIAZIONE: NECESSARIE NUOVE PERIZIE 14/02/08

LE STORIE PARALLELE DI STEFANO E ALDO 3/11/09

Stefano Cucchi e Aldo Bianzino: due morti per carcere. Non le prime e nemmeno le ultime. Con molte analogie e una differenza. Geografica

nella foto a destra: Aldo Bianzino

Em. Gio.

Martedi' 3 Novembre 2009

Qual è la differenza tra il caso di Stefano Cucchi e quello di Aldo Bianzino? Entrambi sono morti dopo un arresto e in una situazione a dir poco confusa e reticente che coinvolge guardie penitenziarie e strutture sanitarie. Adesso pare che Stefano, evidenti lesioni su tutto il corpo, sia morto perché disidratato mentre il povero Aldo morì per un aneurisma...Il carcere, sembrano dire queste perizie, non c'entra. L'unica differenza è che il povero Stefano è morto a Roma mentre Aldo è morto a Perugia. La prima è la capitale del Belpaese, la seconda è una città che ha eccitato gli animi (nazionali) solo per l'omicidio, avvenuto di li a poco, che aveva un risvolto a luci rosse.

In questo paese malato di voyerismo e dove la gerarchia delle notizie ha anche una declinazione geografica, bisogna anche tenere in conto, non solo come si muore, ma dove. Ho pensato molto ad Aldo in questi giorni e a una storia che abbiamo seguito, oltre che per dovere professionale, anche per passione civile. E ho pensato che Stefano, nel morire a Roma, ha reso giustizia anche a tutti questi casi semi nascosti: morti clandestine che se non trovano una cassa di risonanza restano tali all'infinito. Se questo poi servitrà a rendere loro giustizia -ad Aldo, a Stefano alle decine di persone che crepano in carcere - questa è un'altra storia.


Commenta sul blog di E. Giordana Great Game



Powered by Amisnet.org