Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


MARIO DONDERO, SEMPLICEMENTE FOTOGRAFO

CIVIL SOCIETY MEETING AT KABUL UNIVERSITY

BOMBE ITALIANE NEL GULISTAN 2/3/13

DAL MOLIN, FUMATA ROSSA A VICENZA 8/12/12

LE STORIE BALCANICHE DI BOCCIA, DOMANI A FIRENZE

LA POVERTA' NON E' UNA FAVOLA 25/11/09

BENVENUTI A RADIO3 LUNEDI 9/11/09

IL MEDIO ORIENTE E L'EUROPA 13/10/09

SAMOA RISORGE DALLA MACERIE 7/10/09

ARGENTINA, IL BINARIO MORTO DEL LIBERISMO 15/09/09

IN MEMORIA DI PERON 1/09/09

NON SOLO SPONSOR: LE ROTTE POCO NOTE DELLA VELA 28/07/09

AFFERRA LA PREDA 23/1/09

STUDENTI E POLIZIA DAVANTI AL SENATO 23/10/08

REPORTAGE CUBANO 15/10/08

ARGENTINA, IL BINARIO MORTO DEL LIBERISMO 15/09/09

G.C.

Martedi' 15 Settembre 2009

Una stazione abbandonata nella Quebrada de Humahuaca, spettacolare valle nel Nordovest dell’Argentina. Il treno è ormai un lontano ricordo. Privatizzato e poi smantellato negli anni Novanta, all’inizio del decennio di Carlos Menem. Una liberalizzazione selvaggia che non ha risparmiato neanche questo remoto angolo del paese, dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco e teatro di sanguinosi scontri per l’indipendenza dagli spagnoli. A rimpiangere il treno sono soprattutto gli agricoltori e l'industria mineraria, che un tempo lo utilizzavano per trasportare i loro prodotti verso i mercati del sud, fino alla capitale Buenos Aires. Un progetto culturale si propone ora di riportare il treno a Humahuaca, recuperando binari e stazioni in rovina, triste metafora di un crollo economico e sociale che ha lasciato ferite profonde.



Powered by Amisnet.org