Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


PALESTINA, AFFARI DI FAMIGLIA O AFFARI DEL MONDO? 22/9/11

SE GLI ARCHIVI PARLANO 19/9/11

SE GLI ARCHIVI PARLANO 19/9/11

TERRA E LIBERTA' 15/9/11

I FRUTTI DELLE RIVOLUZIONI: STRETTA DI MANO HAMAS-FATAH AL CAIRO 28-4-11

PALESTINE PAPERS. STORIA DI UNA CAPITOLAZIONE 24/1/11

"MA CHE CI STA SUCCEDENDO?". ISRAELE VISTA DAGLI ISRAELIANI 17/1/11

HUMOUR ALLA GEROSOLIMITANA 11/1/11

BIDEN E RAMAT SHLOMO 10/3/10

OXFAM, GAZA WEEKLY UPDATE 14/01/10

JERUSALEM BLUE 21/11/09

OBAMA, IL NOBEL E GLI ARABI 9/10/09

IL PRIMA E IL DOPO GAZA NELLE CONSTITUENCY DI HAMAS 6/10/09

GERUSALEMME, SEGNALI PERICOLOSI

LA ECO-SCUOLA DEGLI JAHALIN 31/08/09

FAYYAD SI DIMETTE 7/3/09

A sorpresa, il premier del governo palestinese di Ramallah annuncia che si ritirerà. Ma non adesso

Paola Caridi

Sabato 7 Marzo 2009
Le dimissioni di Salam Fayyad sono arrivate a sorpresa, senza nessun segnale premonitore. Stamattina, il premier del governo palestinese di Ramallah ha consegnato la lettera di dimissioni al presidente dell’ANP, Mahmoud Abbas. Dimissioni motivate come un passo per facilitare l’atmosfera di dialogo iniziata con l’accordo stipulato al Cairo alla fine di febbraio tra le 13 fazioni palestinesi, e soprattutto tra Fatah e Hamas. L’intesa dovrebbe aprire la strada a un governo di unità nazionale, da far nascere entro la fine di marzo, e Hamas ha già fatto sapere di non volere Fayyad come premier.

Le dimissioni annunciate da Fayyad, comunque, non sono immediate. Dovrebbero partire dal giorno in cui si insedierà il nuovo esecutivo. E comunque non più tardi della fine del mese. Sulla questione si è ancora pronunciato Mahmud Abbas, il presidente dell’ANP. Era stato Abbas, nel giugno del 2007, a dare a Fayyad l’incarico di primo ministro, dopo il colpo di forza con cui Hamas aveva preso il controllo di Gaza.

Il gesto, però, ha già scatenato le indiscrezioni sul suo significato politico. Sia tra i ranghi di Hamas, sia tra quelli di Fatah, si pensa che Salam Fayyad – formalmente un indipendente dai due principali movimenti palestinesi - abbia voluto gettare un ballon d’essai, e scompaginare le carte del negoziato, che riprende martedì prossimo al Cairo. L’uscita di Fayyad, nome molto gradito alla comunità internazionale, potrebbe suscitare reazioni soprattutto da parte dei paesi occidentali.

Per gli aggiornamenti, vai anche al blog della nostra corrispondente da Gerusalemme,
Paola Caridi



Powered by Amisnet.org