Amisnet, Agenzia Radio Comunitaria Campagna Supporto 2005 Amisnet


BOSTON, I DUE FRATELLI CECENI, SRADICATI FIGLI DELLA DIASPORA 19/4/2013

MOSCA 20 ANNI DOPO: DALLE BARRICATE AI BLOG 10/10/11

Loulan Beauty - VIAGGIO NELL'ASIA DI MEZZO 15/12/10

SMOLENSK, MUORE LECH KACZINSKY

KIRGHIZISTAN: BAKIEV RESISTE NEL SUD, OPPOSIZIONE VOLA A MOSCA

KIRGHIZISTAN, BAKIEV: NON ME NE VADO, PARLIAMONE. OTUNBAIEVA RIFIUTA

ZHANNET LA KAMIKAZE DI MOSCA 3-4-10

CAUCASO E TERRORISMO, NON PIU SOLO "PISTA CECENA"

ATTENTATI MOSCA, VOCI DALLA LUBYANKA

STRAGE A MOSCA, TORNA IL TERRORE NEL METRO

START 2, FIRMA VICINA 25-3-10

RUSSIA IN PIAZZA, GIORNO DELL'IRA CONTRO PUTIN 21-3-10

CRISI MEDIORIENTE, A MOSCA IL QUARTETTO CONTRO NETANYAHU 20-3-10

RUSSIA. VOTO REGIONALE: QUALCOSA SI MUOVE? 16-3-10

KIRGHIZISTAN, RIVOLUZIONE ANTI-TULIPANI

MOSCA DA SCI 3/1/09

In attesa delle Olimpiadi invernali di Sochi 2014, Mosca ospita uno slalom davvero speciale. Un'idea di Putin: che con la crisi, forse, spera di frenare la fuga degli investitori.

Lucia Sgueglia

Sabato 3 Gennaio 2009
MOSCA – È Felix Neureuther il re di Mosca per una notte, col termometro che segna meno 12, e il vento potente che spazza la mitica Collina dei Passeri, giù per la rampa-record (la più grande al mondo) allestita davanti alla storica università sovietica Lomonossov. Una notte di slalom parallelo davvero speciale. Un’esibizione con pochissima valenza tecnica, una lotteria spettacolare, per la gioia dei coraggiosi che hanno sfidato il freddo. Ad ammirare le prodezze del tedesco, naso in su per lo show delle stelle dello sci mondiale, c’era anche Vladimir Putin: il premier russo ideatore dell’evento che dovrà fare da vetrina mediatica per i prossimi giochi invernali di Sochi nel 2014. La Russia ha ospitato così l’evento promozionale. La speranza in vista delle Olimpiadi russe, ammette Dmitry Svishchev, vice-Presidente della Federazione russa di sci e snowboard, è che «in altre città russe nascano eventi e competizioni simili in un futuro prossimo».
La neve nella capitale russa è caduta copiosa solo da qualche giorno, così il comitato organizzatore nelle preparazioni l’aveva fatta arrivare dalla lontana Siberia, la cittadina di Sheregesh, su speciali convogli muniti di macchine refrigeratrici per conservarla. Senza badare a spese: costo totale dell’operazione 1 milione di euro, una cifra che la dice lunga sui progetti del Cremlino e del governo russo per Sochi. Oggi però che la crisi tramortisce l’economia russa, qualcuno teme un blocco alla costruzione delle infrastrutture laggiù sul Mar Nero. Il leader russo con la pensata di ieri sembra aver voluto rassicurare gli investitori, anche: i giochi si faranno. E, si spera, saranno grandiosi come previsto ante-crisi, quando fioccavano a Sochi i fondi di Gazprom e degli oligarchi russi. Quei ricconi che oggi la crisi fa piangere.
Neureuther, 24 anni, si è aggiudicato anche il premio da favola di 75mila euro, battendo in finale il francese Grange. Terzo posto per lo statunitense Bode Miller. Male gli azzurri: Deville e Rocca eliminati al primo turno rispettivamente dallo svedese Jens Byggmark e dallo statunitense Ted Ligety, con quest'ultimo che nei quarti ha fatto fuori Manfred Moelgg. nella sconfitta dei due azzurri c’entra anche il funzionamento difettoso del cancelletto di partenza. Il russo Khoroshilov, anche lui vittima del cancelletto, si è letteralmente capovolto. Finale con fuochi d’artificio e concerto, per chi ha resistito al freddo.

Oggi sul Il Messaggero



Powered by Amisnet.org